< back

>> REALIZZAZIONE TEMPIO CREMATORIO PORTICI (NA)

Committente: COMUNE DI PORTICI
Prestazioni: Partecipazione a gara con progetto preliminare
Anni: 2015 - 2016
Importo globale dell' opera: 1.200.000,00 Euro
Attivita' svolte: Opere Architettoniche, Opere Strutturali, Impianti Meccanici ed Elettrici

La proposta progettuale del Nuovo Tempio Crematorio di Portici permette di dividere "con precisione", senza possibile traguardo nemmeno visivo, le aree destinate agli utenti esterni da quelle utilizzate dagli operatori che operano le attività vere e proprie del Tempio, con l’ovvio scopo di non urtare la sensibilità di chi da' l'ultimo saluto al proprio caro. Naturalmente questa commistione avviene esclusivamente dove necessaria, come nella sala di attesa e nella sala del saluto.
Le funzioni principali dell’edificio si affacciano sempre su un’unica direttrice: questo permette di mantenere allineate tutte le attività lavorative strettamente correlate, quali il magazzino e la sala celle, il vano tecnico, e gli spogliatoi per gli operatori, fino ad arrivare alla sala caricamento che al suo interno contiene un piccolo spazio dedicato al monitoraggio e un locale adibito a deposito reagenti. Infine vi è il locale forni che contiene al suo interno un vano per il deposito di polveri esauste.
L’ubicazione del locale forni si ritiene una scelta fondamentale in quanto permette di accedere direttamente dall’accesso carrabile posto su via San Gennariello garantendo, in tal modo, un accesso non solo ai mezzi di manutenzione che dovranno portarsi il più vicino possibile alla sala forni e senza creare interferenze con aree non oggetto di intervento, ma contemporaneamente valuta la possibilità di riuscire a trasportare un secondo forno all’interno della sala quando l’operatività del Tempio lo renderà necessario.
Il linguaggio architettonico utilizzato nasce e si declina in funzione del contesto in cui si inserisce il Tempio ed in funzione delle diverse attività all’interno della struttura. Succede così che l’involucro dello stesso edificio si innalza fino a raggiungere la massima altezza quando deve accogliere le attività lavorative,  e si trasforma in oggetto ad alta valenza simbolica quando diventa la Sala dove commemorare il proprio caro. Nasce così questa connessione di tre diversi volumi, ognuno atto ad ospitare altrettante funzioni, completamente diverse tra loro. Questa metamorfosi permette di creare spazi sempre adeguati alle funzioni ospitate e nel contempo rende evidente, anche ad un occhio poco attento, la funzione a cui è dedicata ogni parte dell’ edificio.
Il progetto è permeato sul concetto di incrementare sia qualitativamente che quantitativamente lo spazio ad esso dedicato, prestando la massima attenzione nel massimizzare l’apporto energetico derivante dal sole, e perseguendo questo concetto si è optato per l’allineamento dell’edificio lungo l’asse Nord – Sud per garantire un accesso al sole ottimale, mentre dal punto di vista di impiantistica attiva è stato previsto oltre ad una buona dotazione di pannelli fotovoltaici un recuperatore che permette di riutilizzare l’energia del forno che altrimenti verrebbe dissipata in ambiente.

 

   

PARTECIPAZIONI IN SOCIETA' RILEVANTI

        
   Analisi Chimiche e Microbiologiche
   Settori  Alimentare  e Ambientale

cerca progetti

ricerca per localita:

ricerca per tipologia:

ricerca per nome:

ricerca per anno::
dal al